Al Mondiale si beve solo caffè Caricola

Al Mondiale si beve solo caffè Caricola
(1 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading ... Loading ...

Gazzetta dello Sport 12-06-2010

Al Mondiale si beve solo caffè Caricola
di Sebastiano Vernazza

CITTÀ DEL CAPO (Sudafrica) Vi ricordate di Nicola Caricola? Classe ’63, difensore centrale negli anni Ottanta e Novanta: pilastro del Bari, riserva di lusso alla Juve, protagonista del Genoa che sconfisse il Liverpool ad Anfield. Oggi vive a Città del Capo. Ha creato una società, la Nicaf, esclusivista della Lavazza per il Sudafrica. Trenta dipendenti e tre soci speciali: Vialli, Massimo Mauro e Franco Baldini. I primi due commentatori Sky, il terzo braccio destro di Capello nell’ Inghilterra.

La Nicaf serve i caffé negli stadi di Sudafrica 2010. Aree vip e hospitality, bar e macchinette. Previste 2 milioni di tazze e tazzine per il Mondiale. Un affarone. Caricola, come è arrivato in Sudafrica? «Vent’ anni fa mi fidanzai con Tanya Fourie, modella sudafricana. Sfilava per Armani. [...]». [...] Riparte Caricola: «[...]Ho fatto un’ indagine di mercato, ho scoperto che da queste parti il buon caffè scarseggiava. Mi sono proposto alla Lavazza e ho avviato la Nicaf. [...]».

[...] I suoi ricordi calcistici? «Alla Juve ho vinto coppe e scudetti, ma il periodo più bello l’ho vissuto al Genoa. Il quarto posto, la Coppa Uefa, Liverpool. A Quarto, dove abitavo, ho lasciato un pezzo di cuore. Poi Osvaldo Bagnoli, grande tecnico: la sua forza era la semplicità. Ho chiuso in America, nei New York Metrostars, dove mi allenarono Carlos Queiroz e Carlos Alberto Parreira». Tutti e due oggi sono c.t. a Sudafrica 2010, Queiroz nel Portogallo e Parreira nel Sudafrica. Facile che abbiano già bevuto il caffè Caricola.

[link all'articolo originale]

Share

Piaciuto l'articolo? Sostieni Amici del Caffè con una donazione.



Diritti riservati. E' possibile divulgare l'articolo copiando il titolo ed esclusivamente la parte in neretto, citando la fonte e inserendo sempre il link alla pagina originale.