Café Tortoni, Buenos Aires

Café Tortoni, Buenos Aires
(2 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading ... Loading ...

Il Café Tortoni, il più antico Caffè dell’Argentina, aperto nel 1858. Un immigrato francese, al tempo, gli diede lo stesso nome di un locale del Boulevard des Italiens, luogo di incontro per intellettuali parigini. Oggi ci trovi storia e tradizioni e almeno uno spettacolo di tango ogni sera.

E’ frequentato soprattutto da turisti, quasi una tappa obbligata: le colonne del locale ricordano i boulevard di Buenos Aires, l’arredamento un’Europa lontana, immagini e tabelle dai muri, personaggi, busti e statue raccontano che dentro al locale è passata la storia. Nel 1918, Curuchet, il proprietario di allora, celebrò la fine della Prima Guerra Mondiale cantando la Marsigliese davanti agi occhi stupefatti degli avventori che poterono bere gratis tutta la notte. Lo frequentavano Carlos Gardel, entrato nella storia del tango, Jorge Luis Borges, Julio Cortázar. Sono passati di qui il pianista Arturo Rubinstein, la cantante Josephine Baker e il dramaturgo Luigi Pirandello. Qui si incontrarono Garcia Lorca e Alfonsina Storni, mentre lui era in tournee in Argentina. Per lei, poetessa sensibile dalla vita travagliata che decise di morire nel 1938 immergendosi nel Mar de la Plata, Gabriel Ramirez compose la dolcissima Alfonsina y el mar, con le parole di Felix Luna. Tante le storie dei vecchi Caffè dove si balla il “pensiero triste”.

Si ringrazia la fotografa Marinella Zonta per la gentile concessione delle immagini.

Cafè Tortoni sito [Link]

Share

Piaciuto l'articolo? Sostieni Amici del Caffè con una donazione.



Diritti riservati. E' possibile divulgare l'articolo copiando il titolo ed esclusivamente la parte in neretto, citando la fonte e inserendo sempre il link alla pagina originale.