Olio e burro di caffè per la pelle

Olio e burro di caffè per la pelle
(5 votes, average: 4.60 out of 5)
Loading ... Loading ...

Il seme di caffè non è soltanto un alimento, è anche una fonte di elementi preziosi per la cura del corpo. I prodotti di bellezza a base di estratti di caffè stanno prendendo sempre più piede, ma l’utilizzo cosmetico e farmaceutico risale a tempi remoti.

Parti della pianta selvatica e dei relativi semi sono stati usati anticamente per ridurre la secchezza cutanea, per alleviare gli esiti di ferite e abrasioni, ma anche come esfoliante cutaneo. Più moderni preparati sfruttano l’olio estratto dai semi per un’azione addolcente e tonificante. E’ sempre più comune leggere questo olio tra gli ingredienti di prodotti autoabbronzanti e solari, nei quali non svolge azioni di filtro ma emollienti. E’ possibile utilizzarlo puro, ma è più comune ritrovarlo in concentrazione variabile dal 3 al 10% in lozioni, creme idratanti, creme anticellulite, stick per le labbra, etc.

L’olio di caffè può essere estratto sia dal seme crudo che, più comunemente, dal chicco tostato pressato a freddo talvolta con altri oli vegetali. L’olio ottenuto viene miscelato a vari prodotti sia per la pelle che per i capelli, aggiunto a saponi oppure trasformato in burro tramite un processo di idrogenazione ottenendo un composto semi-morbido, setoso, con una buona stabilità ossidativa e delicatamente profumato, ricco di fitosteroli che penetrano la pelle e hanno la capacità di trattenere l’umidità coadiuvando i processi di rigenerazione dei tessuti.

Share

Piaciuto l'articolo? Sostieni Amici del Caffè con una donazione.



Diritti riservati. E' possibile divulgare l'articolo copiando il titolo ed esclusivamente la parte in neretto, citando la fonte e inserendo sempre il link alla pagina originale.