La macchina da caffè solare

L’importanza del caffè nella vita di tutti i giorni, non solo per noi italiani, è dimostrata dall’impiego di questo prodotto e del suo valore in vari settori, non ultimo la comunicazione. Parlando di caffè, infatti, si possono facilmente spiegare gli effetti che piccoli gesti quotidiani hanno sul nostro “sistema”. Un esempio è la dimostrazione fatta dai tecnici del Masdar Institute of Science and Technology ad Abu Dabhi per spiegare il concetto alla base del loro progetto in partnership con la società energetica Masdar Power.

Fonte: Abdul Rahman/Gulf News
Fonte: Abdul Rahman/Gulf News

I meccanismi, che sono alla base della centrale elettrica in costruzione nei paesi arabi e che, una volta in funzione, potrà dar luce a una città di 100mila abitanti, sono mostrati dai tecnici mediante un esperimento. Nello specifico,  hanno costruito una macchina per espresso alimentata dal sole. A differenza dei più conosciuti pannelli fotovoltaici, in cui la corrente viene prodotta dall’assorbimento della luce solare in celle di silicio, la centrale in costruzione a Masdar (Abu Dhabi) e la macchina da espresso usata per la dimostrazione si basano sul meccanismo Concentrating Solar Power (CSP), dove si sfrutta l’enorme calore prodotto dalla luce solare concentrata.

Nella macchina da caffè è sufficiente uno specchio di qualche metro quadro per generare il calore utile a trasformare in vapore l’acqua necessaria a produrre un buon espresso nel giro di pochi minuti. Invece, nel caso delle centrali elettriche gli impianti di specchi, opportunamente configurati, concentrano la luce del sole verso degli assorbitori, che trasferiscono il calore all’acqua o ad altre sostanze appositamente studiate. L’acqua, come nella caffettiera, si trasforma in vapore ad alta pressione e alimenta una turbina elettrica che genera l’elettricità.

Oltre all’interessante idea di una macchina da espresso solare che, però, ha poche possibilità di sviluppo, è curioso notare l’interesse da parte degli Emirati Arabi Uniti, che attualmente dormono sul petrolio, verso sorgenti di energia alternative; pronti, nel caso in cui il petrolio dovesse venire a mancare, a usare l’altra risorsa di cui abbondano: il sole.

Print Friendly, PDF & Email
Share