Tintarella alla caffeina

Sulla rivista scientifica americana, Proceedings of the National Academy of Sciences, è stato pubblicato uno studio in cui si afferma che la caffeina protegge la pelle dai danni del sole e ne previene i tumori.

In pratica, la caffeina inibisce una proteina chiamata Atr, in grado di individuare i danni al Dna. Gli studiosi della Rutger University (Usa) hanno quindi modificato geneticamente alcuni roditori in modo che non producessero nella loro pelle nessuna Atr. I topi sono poi stati esposti ai raggi ultravioletti tre volte alla settimana per 40 settimane e hanno sviluppato il primo tumore tre settimane dopo i topi normali. Infine, dopo 19 settimane i topi senza Atr possedevano il 68% di tumori in meno rispetto a quelli normali. Gli studiosi concludono dicendo che l’applicazione di caffeina potrebbe essere utile nella prevenzione dei tumori alla pelle indotti da raggi ultravioletti. Ma è difficile capire quale sia l’effetto della caffeina sugli uomini rispetto ai topi sulla base della dose a causa delle differenze dei tassi di metabolismo della caffeina, poichè i topi metabolizzano la caffeina con un tempo di dimezzamento di circa 45 min, mentre gli uomini in cica 5 ore. Date queste considerazioni, è meglio confrontare l’azione della caffeina negli animali e nell’uomo sulla base di livelli nel sangue piuttosto che sulla dose. I risultati dello studio presentato, suggeriscono che la somministrazione orale di una bassa dose di caffeina (0,1 mg / ml in acqua potabile) con esercizio volontario ha un effetto stimolante maggiore di additivo sugli UVB – indotti e quindi la necessità di ulteriori studi per determinare gli effetti sugli esseri umani.

L’applicazione della caffeina sulla pelle di una persona in spiaggia non è la stessa cosa che modificare i geni dei topi, ulteriori ricerche sono necessarie prima che sugli scaffali dei nostri negozi arrivi la crema solare alla caffeina.

Print Friendly, PDF & Email
Share