Depressa? No, bevo caffè

Depressa? No, bevo caffè
(1 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading ... Loading ...

Almeno due tazze di caffè al giorno e si riduce il rischio di depressione. E’ quanto emerge da una ricerca pubblicata su Archives of Internal Medicine a fine di settembre.

L’indagine, condotta da ricercatori della Harvard Medical School di Boston (USA), ha riguardato più di 50mila donne che non presentavano sintomi di depressione all’inizio dello studio avviato nel 1996. Durante 10 anni di raccolta dati è stata documentata l’insorgenza di circa 2600 casi di depressione distribuiti prevalentemente tra le consumatrici di meno di una tazza di caffè alla settimana.

Le bevitrici di due o tre tazzine al giorno hanno visto ridotta del 15% la comparsa di sintomi depressivi, mentre l’insorgenza è diminuita di un ulteriore 5% con il consumo di quattro o più tazzine al giorno.

I ricercatori concludono che il rischio di manifestazione di fenomeni depressivi decresce con l’aumento di consumo di caffè con caffeina pur ammettendo la necessità di ulteriori studi per confermare quanto rilevato e confermare se l’uso abituale di caffè con caffeina può essere utile nella prevenzione della depressione.

Per approfondire: Archives of Internal Medicine

Share

Piaciuto l'articolo? Sostieni Amici del Caffè con una donazione.



Diritti riservati. E' possibile divulgare l'articolo copiando il titolo ed esclusivamente la parte in neretto, citando la fonte e inserendo sempre il link alla pagina originale.