Ossigeno da bere

Ossigeno da bere
(2 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading ... Loading ...

Molti studi confermano che l’ossigeno può essere assorbito anche dall’apparato digerente. E’ su questo presupposto che si basa il sistema Boliss prodotto dalla società Exar che consente di sfruttare gli effetti salutari ed energizzanti dell’ossigeno.

Dall’inizio degli anni ’90 la società italiana Exar produce e commercializza sistemi per l’utilizzo dell’ossigeno nel campo del benessere. Recentemente la società ha messo sul mercato un’apparecchiatura in grado di prelevare e purificare l’ossigeno atmosferico e – tramite un apposito erogatore/mixer (nella foto a destra) – miscelarlo a una bevanda fredda tanto da farla diventare una soffice mousse. La bevanda, preventivamente additivata con pochi grammi di un composto naturale contente albumina ed estratto di melograno come antiossidante, è sufficientemente schiumosa da poter essere consumata al cucchiaio donando anche un senso di sazietà.

Il nostro organismo necessita di una buona quantità di ossigeno per funzionare al meglio, quantità che sempre più raramente si riscontra nelle normali condizioni ambientali in cui viviamo, soprattutto a causa dell’inquinamento atmosferico e dello scarso ricambio d’aria in alcuni ambienti chiusi. L’aggiunta di ossigeno si presta quindi a essere un coadiuvante nel rallentamento dei processi di invecchiamento cellulare e un elemento essenziale per ritrovare energia muscolare e lucidità mentale, come è stato confermato lo scorso ottobre anche dalla Società italiana di medicina del benessere (SIMBEN) che ha approvato il sistema Boliss.

Non ci sono limiti alla fantasia nella scelta delle bevande da “bolissare”, come ama dire la dottoressa Giunco, formatrice e product manager della Exar che abbiamo intervistato. Centrifughe, succhi di frutta, latte, caffè freddo, sono tutte potenziali mousse che peraltro coniugano le proprietà benefiche delle sostanze d’origine con l’aggiunta di ossigeno in un mix che si presta a potenziarne gli effetti salutari. Recenti studi sembrano inoltre confermare che l’eventuale aggiunta di ossigeno alle bevande alcoliche porterebbe e un più veloce smaltimento dell’effetto dell’alcol facendo recuperare la sobrietà.

Boliss si presta a essere introdotto sia nei bar alla moda e di tendenza sia nelle strutture deputate alla cura del corpo, come ad esempio centri benessere e palestre, purché ovviamente in possesso della licenza per la somministrazione delle bevande. L’apparecchiatura, come confermano dalla casa madre, è di facile utilizzo e, a seconda dei modelli, si può presentare come un terminale da banco (prima foto in alto a destra) o come una postazione autonoma (nella seconda foto a destra una compatta versione all in one).

L’intervista

 


 


 


Per approfondire: oxygensystem.net

Share

Piaciuto l'articolo? Sostieni Amici del Caffè con una donazione.



Diritti riservati. E' possibile divulgare l'articolo copiando il titolo ed esclusivamente la parte in neretto, citando la fonte e inserendo sempre il link alla pagina originale.