Il caffè più caro? Dalle feci di elefante

Il caffè più caro? Dalle feci di elefante
(1 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading ... Loading ...

Dopo il caffè ricavato dalle feci dello zibetto, arriva quello dalle feci di elefante. Il costo dei chicchi sfiora i 1100 dollari per chilogrammo.

Probabilmente indigesto per vegani, il caffè ricavato dalle feci di elefante sfrutta l’effetto di “tostatura naturale” provocato dalla digestione delle ciliege di caffè da parte dei pachidermi. Il sistema digerente degli elefanti fa sì che i chicchi non vegano assimilati, ma espulsi dopo aver subito comunque un’aggressione digestiva tale da renderli adatti a essere utilizzati per la preparazione della bevanda (dopo essere stati opportunamente puliti, assicurano). In particolare l’acidità dello stomaco degli elefanti sembra essere responsabile della rottura della proteina principale responsabile del gusto amaro.

Il caffè, battezzato Black Ivory, è frutto dell’idea imprenditoriale del canadese Blake Dinkin che ha avviato la produzione in collaborazione con una torrefazione Thailandese situata nella provincia Chiang Rai a nord del Paese, dove avviene la raccolta dei chicchi. Il costosissimo Black Ivory, che si dice essere molto gustoso, viene servito da ottobre 2012 in alcuni alberghi di lusso in Thailandia, Maldive e Abu Dhabi.

Share

Piaciuto l'articolo? Sostieni Amici del Caffè con una donazione.



Diritti riservati. E' possibile divulgare l'articolo copiando il titolo ed esclusivamente la parte in neretto, citando la fonte e inserendo sempre il link alla pagina originale.