Con l’odore del caffè

Con l’odore del caffè
(No Ratings Yet)
Loading ... Loading ...

Lo volevi ed è proprio così. Respiro l’odore caldo del primo caffè e sei qui, una quotidianità familiare. Ci sei, a modo Tuo, come cantavi in “Piazza Grande”. 

A distanza di un anno, o giù di lì, Ti “mescoli” con l’odore del caffè, voli “come le rondini” che stanno per arrivare “con la polvere dei sogni, al fresco delle stelle e anche più in là“. E un po’ mi spiace scrivere così che né a Te né a me piace la retorica, ma poi a volte ci si casca. Grazie grande Lucio per la musica che ci hai offerto e per questo caffè speciale.

Rondini
Vorrei entrare dentro i fili di una radio
E volare sopra i tetti delle citta’
Incontrare le espressioni dialettali
Mescolarmi con l’odore del caffè
Fermarmi sul naso dei vecchi mentre
Leggono i giornali
E con la polvere dei sogni volare e volare
Al fresco delle stelle, anche più in la’
Coro : Sogni, tu sogni nel mare dei sogni.
Vorrei girare il cielo come le rondini
E ogni tanto fermarmi qua e la’
Aver il nido sotto i tetti al fresco dei portici
E come loro quando è la sera chiudere gli occhi con semplicità.
Vorrei seguire ogni battito del mio cuore
Per capire cosa succede dentro e cos’è che lo muove
Da dove viene ogni tanto questo strano dolore
Vorrei capire insomma che cos’è l’amore
Dov’è che si prende, dov’è che si dà

Lucio Dalla (4 marzo 1954 – 1 marzo 2012)

Share

Piaciuto l'articolo? Sostieni Amici del Caffè con una donazione.



Diritti riservati. E' possibile divulgare l'articolo copiando il titolo ed esclusivamente la parte in neretto, citando la fonte e inserendo sempre il link alla pagina originale.