Il primo caffè del mattino

Il primo caffè del mattino ha colpito ancora. Lascia un segno ogni giorno su migliaia di persone e le accompagna nel quotidiano, ma, in questo caso, stiamo parlando dell’ultimo libro di Diego Galdino: barista-scrittore. Pubblicato da Sperling & Kupfer ad aprile, il libro è già alla seconda ristampa e ne è prevista, per la primavera 2014, la pubblicazione in Germania da parte  della Thiele Verlag, una delle più importanti case editrice tedesche.

Il libro racconta una storia d’amore a Roma; una commedia romantica, quotidianità semplice, piccole grandi emozioni e tanti caffè che uniscono persone in modi diversi. Caffè preparati dal protagonista del romanzo, Massimo, un barista romano proprio come Diego.

Il bar dove lavora Diego Galdino è il classico bar di quartiere, un punto di ritrovo storico, frequentato dagli stessi clienti, diventati parte integrante del bar stesso, più amici che clienti, se non veri e propri familiari.

Il Lino Bar è gestito con passione, amore e tradizione dal papà dell’autore da cinquant’anni. Il locale si trova nel quartiere Aurelio a poche centinaia di metri dalla stazione della metropolitana Cornelia uscita Via Boccea. La specialità della casa – e non potrebbe essere altrimenti – è il caffè, ma anche i tramezzini (preparati ogni giorno dal papà di Diego) sono delle vere e proprie opere d’arte culinaria rinomate nel quartiere e dintorni.

Diego non ha un caffè preferito, per lui il caffè è una continua scoperta, un’avventura in un paese delle meraviglie con paesaggi tutti da scoprire. Ma alla protagonista del romanzo, la bella Geneviéve, una neofita riguardo al caffè, Diego fa offrire dal protagonista, Massimo, il suo caffè migliore, per cercare di fare colpo su di lei… il marocchino.

Un primo caffè del mattino da condividere per ogni mattina della propria vita fra i due protagonisti è il desiderio che vorrebbe veder realizzato Massimo. Desiderio concretizzato da Diego a fine giugno. Neo sposo, barista, scrittore felice, a lui gli Amici del Caffè augurano, oggi, buon compleanno e, per i prossimi libri, i suoi progetti e per tutti i suoi caffè, del mattino e no, tutto il meglio che si possa desiderare.

Print Friendly, PDF & Email
Share