Cartoline al caffè dall’isola d’Elba

Roberto Randelli, che si definisce pittore di strada, da un anno si è specializzato nell’acquerello al caffè. Tecnica della quale ci  ha svelato alcuni segreti.

Roberto Randelli pittura al caffèAbbiamo più volte trattato della pittura al caffè, ma ogni artista che abbiamo conosciuto ci ha rivelato particolari inediti facendo scoprire qualche nuovo dettaglio di una tecnica plasmata dall’esperienza personale. Roberto Randelli, quasi cinquantenne, è un pittore di lungo corso che vive nell’isola d’Elba. Acquerellista “di strada” da 15 anni, ha iniziato a sperimentare il caffè come tintura grazie ai tanti espressi offertigli dagli amici: «gli amici mi portavano sempre il caffè e io, tra un acquarello e l’altro, provavo con i fondi. Visto il successo, dall’anno scorso ho tolto gli acquarelli e faccio tutto al caffè».

Roberto garantisce che il colorante utilizzato è esclusivamente caffè, ricavato dalla moka per le sfumature più tenui e dall’espresso del bar per le tinte più sature. Il colore più scuro è ottenuto grazie all’evaporazione dell’acqua mediante il calore di una lampada a gas che il pittore porta sempre con sé. Nella tazzina così surriscaldata permane una crema densa e fortemente colorante. La carta di cotone utilizzata si impregna molto bene e il profumo di caffè persiste per qualche giorno.

Roberto Randelli su Facebook: link

Print Friendly, PDF & Email
Share